Riflessione sociale sull’uso della fotografia ai tempi di Expo

photo di copertina courtesy @frannalima

Per quelle strane combinazioni, nel 1974 escono contemporaneamente il grande saggio di Pierre Bourdieu e Luc Boltanski Un art moyen: essai sur les usages sociaux de la photographie, una profonda riflessione sull’uso sociale della fotografia, e una piccola canzone nel primo disco inciso da Paolo Conte Tua cugina prima, una piccola canzone appunto, ma con un contenuto ironico che porta riflettere…sugli stessi argomenti affrontati dai citati sociologi francesi.

Vieni, facciamo ancora un’altra foto
col colombo in man’,
così, sorridi bene senza smorfie,
lo sguardo fisso su di me
mentre conto fino a tre,
sarai contento quando poi
tua cugina lo vedrà
che a Venezia siamo stati anche noi.

Tua cugina prima è stata a Roma
e ce lo fa pesar,
e sì viaggiar si deve disse un giorno,
e sbottonandosi il paltò
tutto il viaggio raccontò,
quando descrisse anche il bidet
ci siam sentiti come due pezze da piè.

Naturalmente queste parole sono di Paolo Conte.

Pensavo a queste cose mentre guardavo le fotografie da Instagram dopo un mese e poco più di Expowall. Certo, questi ragionamenti possono farsi su tutte le esperienze di strumenti come Instagram, ma l’unicità di Expo 2015 rende la riflessione più specifica.Le migliaia di scatti su Expo, sembrano soddisfare a un unico paradigma: dimostrare che “c’ero anch’io”, altrimenti mi sentirei una pezza da piè….

Con qualche lodevole eccezione, la stragrande maggioranza scatta foto di testimonianza di presenza: l’esterno dei padiglioni, l’amica, l’amico, la mamma, il cognato. Scontato, direte voi: ma se invece di essere dotato di un obiettivo, il telefonino fosse dotato di uno specchio? Fuor di metafora, e se L’Expo fosse davvero soprattutto forma (Expo è bello, certamente, ma avete sentito qualcuno dire Expo è interessante?) cosa altro avrebbero da fotografare i nostri eroi se non la forma e la testimonianza di esserci stati?

Anche da questo punto di vista Expowall mi sembra un’idea stimolante.

AM

Un pensiero su “Riflessione sociale sull’uso della fotografia ai tempi di Expo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...